24 Luglio 2014
Nei giorni in cui la Concordia naviga verso Genova, è naturale sognare navi. Stefano Di Stasio, Risveglio. Olio su tela, 35x50 cm, 2014.

Nei giorni in cui la Concordia naviga verso Genova, è naturale sognare navi. Stefano Di Stasio, Risveglio. Olio su tela, 35x50 cm, 2014.

23 Luglio 2014
Sono giorni che ascolto ininterrottamente l’ultimo stupefacente lavoro di Brad Mehldau, quindi oggi non posso postare altro. Ci somiglia anche un po’. Marta Sesana, Il pianista. Olio su lino, 70x100 cm, 2014.

Sono giorni che ascolto ininterrottamente l’ultimo stupefacente lavoro di Brad Mehldau, quindi oggi non posso postare altro. Ci somiglia anche un po’. Marta Sesana, Il pianista. Olio su lino, 70x100 cm, 2014.

22 Luglio 2014
"I guai del mondo ci vengono segnalati con tale frequenza" scrivono Armstrong e De Botton "che ci servono invece degli strumenti utili a conservare l’inclinazione alla speranza". A me, dopo aver guardato l’Ansa, serve un quadro di Stefanoni. Tino Stefanoni, Senza titolo (Z353). Acrilico su tela, 32x46 cm, 2014.

"I guai del mondo ci vengono segnalati con tale frequenza" scrivono Armstrong e De Botton "che ci servono invece degli strumenti utili a conservare l’inclinazione alla speranza". A me, dopo aver guardato l’Ansa, serve un quadro di Stefanoni. Tino Stefanoni, Senza titolo (Z353). Acrilico su tela, 32x46 cm, 2014.

21 Luglio 2014
I bravi ritrattisti sono rari. Rarissimi (e come potrebbe essere altrimenti, nella pessimista Italia) quelli capaci di infondere ottimismo. Eccone uno. Manuel Pablo Pace, We’re almost there. Olio su tela, 80x120 cm, 2014.
Per visite allo studio dell’artista scrivere a info@eccellentipittori.it

I bravi ritrattisti sono rari. Rarissimi (e come potrebbe essere altrimenti, nella pessimista Italia) quelli capaci di infondere ottimismo. Eccone uno. Manuel Pablo Pace, We’re almost there. Olio su tela, 80x120 cm, 2014.

Per visite allo studio dell’artista scrivere a info@eccellentipittori.it

18 Luglio 2014
Il bello dell’estate in città è la possibilità di ammirare la grande architettura senza traffico e rumore. Il bello dei quadri di Petrus è la capacità di fermare l’incanto di una domenica milanese d’agosto, sulla tela, per sempre. Marco Petrus, Atlas 3 (Triennale). Olio su tela, 100x160 cm, 2013.

Il bello dell’estate in città è la possibilità di ammirare la grande architettura senza traffico e rumore. Il bello dei quadri di Petrus è la capacità di fermare l’incanto di una domenica milanese d’agosto, sulla tela, per sempre. Marco Petrus, Atlas 3 (Triennale). Olio su tela, 100x160 cm, 2013.

17 Luglio 2014
Nunzio Paci supera i grandi ceroplasti del Sette-Ottocento bolognese per capacità di narrazione, il Leonardo dei disegni anatomici per eccellenza di esecuzione, tutti quanti per poesia e invenzione. Nunzio Paci, Le radici mi fecero vedere, la terra mi fece respirare (dettaglio).

Nunzio Paci supera i grandi ceroplasti del Sette-Ottocento bolognese per capacità di narrazione, il Leonardo dei disegni anatomici per eccellenza di esecuzione, tutti quanti per poesia e invenzione. Nunzio Paci, Le radici mi fecero vedere, la terra mi fece respirare (dettaglio).

17 Luglio 2014
La prossima mostra del bolognese Paci andrebbe organizzata nel bolognese teatro anatomico. Nunzio Paci, Le radici mi fecero vedere, la terra mi fece respirare. Matita e olio su tela, 130x100 cm, 2014.

La prossima mostra del bolognese Paci andrebbe organizzata nel bolognese teatro anatomico. Nunzio Paci, Le radici mi fecero vedere, la terra mi fece respirare. Matita e olio su tela, 130x100 cm, 2014.

  
16 Luglio 2014
Di indole notturna, per non dire dark, amante delle strade deserte che solo le avversità atmosferiche possono garantire, mi bastano due giorni di sole e già prego che piova. Marco Mazzoni, Prayers for rain. Matite colorate su carta, trittico 45x 84 cm, 2013.

Di indole notturna, per non dire dark, amante delle strade deserte che solo le avversità atmosferiche possono garantire, mi bastano due giorni di sole e già prego che piova. Marco Mazzoni, Prayers for rain. Matite colorate su carta, trittico 45x 84 cm, 2013.

15 Luglio 2014
"Al massimo si può dire che la carta è più fragile della tela, ma la fragilità corrisponde solitamente a preziosità…". Preziose parole. Silvia Molinari, Demetra in ranunculus acris. Acquerello su carta di cotone satinata, 30x30 cm, 2014.
Per visite allo studio dell’artista scrivere a info@eccellentipittori.it

"Al massimo si può dire che la carta è più fragile della tela, ma la fragilità corrisponde solitamente a preziosità…". Preziose parole. Silvia Molinari, Demetra in ranunculus acris. Acquerello su carta di cotone satinata, 30x30 cm, 2014.

Per visite allo studio dell’artista scrivere a info@eccellentipittori.it

15 Luglio 2014
La nostra acquerellista massima ama la flora minuta e apparentemente fragile, e ha scelto un supporto coerente: “In Italia la carta ha un coefficiente inferiore rispetto alla tela, ma è una convenzione ingiusta. La tela è in ritardo di migliaia di anni rispetto alla carta, quindi che duri di più è da verificare…”. Silvia Molinari, Demetra in avena sativa. Acquerello su carta di cotone satinata, 30x30 cm, 2014.
Per visite allo studio dell’artista scrivere a info@eccellentipittori.it

La nostra acquerellista massima ama la flora minuta e apparentemente fragile, e ha scelto un supporto coerente: “In Italia la carta ha un coefficiente inferiore rispetto alla tela, ma è una convenzione ingiusta. La tela è in ritardo di migliaia di anni rispetto alla carta, quindi che duri di più è da verificare…”. Silvia Molinari, Demetra in avena sativa. Acquerello su carta di cotone satinata, 30x30 cm, 2014.

Per visite allo studio dell’artista scrivere a info@eccellentipittori.it